Delivery su milano Gratuita. Consegna in tutta Italia. Ignora

Che differenza c’è tra cannabis light e marijuana?

Ci sono differenze tra cannabis e marijuana?

Con il recente arrivo sul mercato della cannabis light è necessario fare chiarezza sui termini e sull’uso spesso improprio che si fa di essi.

La pianta di Canapa è nota per avere numerose possibili applicazioni, in molteplici campi: i semi di canapa ad esempio, possono essere utilizzati per la produzione di olio, mentre il fusto per la creazione di fibre tessili, o ancora essere utilizzate per materiali plastici e biocarburanti. È facile notare come la pianta della canapa sia straordinaria; basti pensare che le navi inglesi utilizzavano le fibre di canapa per la realizzazione di vele e corde.

Dunque torniamo alle precisazoni tecniche;

La Canapa si suddivide in due macro categorie: cannabis (HEMP) e marijuana.

La cannabis presenta un Basso contenuto di THC, non è psicoattiva e ha numerose applicazioni, tanto da essere soprannominata canapa industriale. Essa è legale come scritto qui, e la potete trovare sotto forma di inflorescenze nel nostro shop.

La Marijuana invece presenta un alto livello di THC (5%-35%) è psicoattiva ed ha applicazioni mediche e ricreative. Essa non è legale in Italia, eccetto per i pazienti che presentino una prescrizione medica e si rechino in quelle poche farmacie italiane che possiedono la licenza per venderla.

 

ASPETTO

Le due categorie mostrano alcune differenze estetiche, sia dal punto di vista della foglia che della pianta:

la marijuana è un cespuglio basso e largo che presenta una foglia ampia, mentre la Cannabis è tipicamente alta e snella dal punto di vista dell’arbusto con una foglia più stretta e allungata.

Differenza di aspetto tra Hemp e Marijuana

THC

La differenza più marcata risiede nel quantitativo di THC:

La marijuana contiene tra il 5% e il 20% di THC.

La canapa light invece ha un THC inferiore allo 0,6% con un’alta percentuale di CBD.

CBD e THC

COLTIVAZIONE

La cannabis e la marijuana vengono coltivate per usi diversi e quindi richiedono condizioni di crescita diverse.

La marijuana è stata selettivamente coltivata per generazioni e le sue caratteristiche sono ottimizzate al fine di produrre piante femminili.

Al contrario, la cannabis è stata selezionata in modo da presentare concentrazioni relativamente basse di THC e piante alte con capacità di rapida crescita, con lo scopo di velocizzare il raccolto

Per ottenere alti livelli di THC nella marijuana, viene richiesta un’attenzione particolare alle condizioni dell’ambiente di coltivazione. I coltivatori di marijuana di solito mirano a mantenere livelli stabili di luce, temperatura, umidità, anidride carbonica e ossigeno.

D’altra parte, la cannabis viene solitamente coltivata all’aperto per massimizzarne le dimensioni e la resa, quindi è minore l’attenzione rivolta alle singole piante.

Il mercato delle inflorescenze di cannabis light utilizza spesso le tecniche della coltivazione di marijuana, in modo da rendere migliorare il prodotto.

Il 90% delle nostre inflorescenze sono infatti coltivate con tecniche Indoor.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.
{"cart_token":"","hash":"","cart_data":""}

Offerte

sul tuo smartphone?

Iscriviti al canale Telegram